28 ottobre 2012 ~ Commenti disabilitati su La digitalizzazione: come cambia la tv?

La digitalizzazione: come cambia la tv?

Cristina La Marca eolico la digitalizzazione

La cifra distintiva della digitalizzazione è la completa separazione tra tecnologia e contenuti con la conseguenza diretta di poter manipolare e fruire lo stesso contenuto indipendentemente dalla tecnologia utilizzata.

 

Siamo nel bel mezzo del passaggio dalla network television  così come l’abbiamo conosciuta alla networked television che sposta il fuoco del sistema dai canali televisivi ai contenuti, decretando l’assoluta preminenza di questi ultimi.

 

La tecnologia assume quindi un ruolo contestuale rispetto ai contenuti: la parte più importante di essa diviene quindi l’interfaccia, intesa come dispositivo fondamentale nel processo di fruizione e utilizzo dei contenuti. L’enfasi posta sulle interfacce e i processi di interfacciamento tra utente e contenuto ci porta a delineare due importanti opportunità sul versante degli spettatori:

 

La televisione è aperta ad una potenziale trasformazione da mass medium per antonomasia a personal medium grazie al progressivo allentamento dei vincoli sul palinsesto e alle innovative modalità di fruizione: anche nel caso della televisione, così come già osservato per i dispositivi mobili che enfatizzano la portabilità dei contenuti, si affaccia la prospettiva dell’ampia possibilità di scelta data all’utente, proseguendo lungo la linea di sviluppo verso il soddisfacimento on-demand della propria richiesta di contenuti mediali.

 

La novità epocale che si rende oggi possibile e implementabile è quella di una televisione trasformata da mezzo monodirezionale a mezzo bidirezionale grazie alla progressiva riduzione delle barriere tecnologiche che non hanno reso finora possibile di preventivare lo sviluppo e la diffusione di un’architettura tecnica della filiera televisiva che contemplasse il feedback dallo spettatore al player televisivo. In termini di evoluzione stretta dell’utilizzo del medium, poi, si assiste alla centralizzazione del televisore come hub multimediale domestico.

 

Cristina La Marca

 

Comments are closed.