28 ottobre 2012 ~ Commenti disabilitati su Le possibilità offerte dalla televisione digitale terrestre

Le possibilità offerte dalla televisione digitale terrestre

Cristina La Marca eolico  digitale terrestre

Volendo divulgare sinteticamente ciò che risulta dalle analisi di settore, le opportunità che si stanno sviluppando con la televisione digitale sono almeno tre:

1. L’introduzione di modalità di ricezione e trasmissione del segnale completamente nuove che progressivamente riducono la dipendenza del creatore dei contenuti dalla rete televisiva. La varietà dei formati digitali oggi disponibili – dalla Internet Protocol Television (IPTV), la trasmissione i tempo reale (“streaming”) su Internet, al Digital Video Broadcasting Handheld (DVB-H), la trasmissione in tempo reale su terminali mobile – consentono molteplici possibilità di distribuzione e di fruizione dei contenuti al di fuori della televisione tradizionale.

 

2. La possibilità di interagire con i contenuti trasmessi: l’esperienza della visione oggi si sta riconfigurando decisamente all’ interno degli orizzonti tracciati dalle risorse (tempo, finanze, attenzione), dalle attese, dai gusti dell’utenza, avvicinando con nettezza l’atto della visione a un atto di scelta volitiva. L’ accorpamento nello stream trasmesso di audio-video e dati rende oggi possibile concepire linee editoriali (di network o di prodotto) che puntino in generale alla costruzione di un’offerta arricchita come mai prima d’ora.

 

3. La possibilità di integrare i segnali audiovisivi con altri tipi di contenuti. La sostanziale omogeneità delle informazioni che compongono lo stream della televisione digitale e una sufficiente velocità di computazione dei set-top-box (decoder) più comuni renderebbero possibile la piena sperimentazione di una fruizione non lineare e maggiormente finalizzata all’engagement, ovvero al coinvolgimento lato utente, proponendo un fondamentale upgrade dei servizi direttamente collegati al singolo programma trasmesso oppure messi a disposizione dal broadcaster  indipendentemente dalla programmazione.

 

Cristina La Marca

Comments are closed.