11 maggio 2018 ~ Commenti disabilitati su Tecnologia e disabilità: la scommessa di Google Maps

Tecnologia e disabilità: la scommessa di Google Maps

Ancora una volta il colosso di Mountain View sorprende tutti con una novità che abbatterà sempre più i confini tra online ed offline, reale e virtuale, creando una comunità sempre più unita: Google Maps, infatti, ha aggiunto una nuova opzione dedicata a tutti coloro che si muovono che usano supporti di ausilio alla mobilità.

Il programma più usato al mondo per orientarsi, raggiungere destinazioni o semplicemente per curiosare nelle aree urbane si sta attrezzando per valutare l’impatto delle barriere architettoniche e la frequenza dei mezzi pubblici, in modo da aiutare chi quotidianamente affronta la fatica degli spostamenti in città piene di ostacoli e difficoltà.

Londra, Tokyo, New York, Sydney, Città del Messico e Boston sono le prime città di cui sono state fornite mappature complete, anche se l’obiettivo è quello di coprire tutte le principali città del mondo con questo sevizio che si propone, ad esempio, di suggerire percorsi con scalinate oppure gli autobus privi di pedane in entrata ed uscita. Milano, seppur con qualche limitazione, è l’unica città italiana già mappata; prossimo obiettivo saranno gli interni delle stazioni ferroviarie e metropolitane, delle strade e dei marciapiedi, in modo da poter offrire un servizio completo ed efficiente.

Comments are closed.